Senza categoria

Scacciata con broccoli e olive

Una preparazione che si associa tradizionalmente alle festività natalizie ma che in realtà si prepara ormai tutto l’anno. Stiamo parlando della “scacciata”, un prodotto da forno artigianale, così chiamato nel catanese. Con nomi e ripieni diversi la scacciata è diffusa in tutta la Sicilia e le sue origini si fanno risalire all’abitudine contadina di farcire la pasta di pane con avanzi del giorno prima.
Il piatto, con ingredienti poveri e genuini, passò dalle tavole contadine a quelle del principe Moncada di Paternò nel 1763, il quale desiderò gustarlo in occasione dei festeggiamenti natalizi.
Oggi le scacciate presenziano sempre nei forni, nelle rosticcerie siciliane, e anche prepararle a casa rappresenta un momento di gioia e unione in famiglia.

L’impasto, tradizionalmente fatto con l’aggiunta di strutto, oggi si prepara in maniera differente in base all’usanza di famiglia, prevedendo, a scelta, l’utilizzo di olio di oliva.
Nel ripieno non manca mai la tuma, mentre tra le verdure più gettonate troviamo senz’altro i broccoli e il cavolfiore.

La versione che vi proponiamo è una scacciata con broccoli e olive, dal ripieno morbido e un guscio soffice e profumato.

Vediamo quali ingredienti occorrono per l’impasto

  • 600 g di semola di grano duro rimacinata
  • circa 400 ml di acqua tiepida
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiai di strutto
  • sale q.b.

Per il ripieno:

  • 700 g di broccoli
  • 300 g di tuma (o formaggio a pasta filata)
  • olive nere infornate
  • 2 spicchi di aglio
  • peperoncino
  • sale, olio di oliva

Iniziate ad occuparvi dell’impasto della scacciata. Per un risultato leggero e digeribile consigliamo di usare una quantità minima di lievito, aumentando le ore di riposo. Con le dosi indicate l’impasto vorrà lievitare circa 2 ore.
Disponete la semola a fontana. Al centro sbriciolate il lievito, unite lo zucchero e un po’ di acqua tiepida, sciogliete lavorando con le mani. Proseguite quindi aggiungendo acqua a poco a poco, lo strutto e un pizzico di sale. Lavorate fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Formate una palla, adagiatela in una ciotola e riponetela dentro il forno spento ma con luce accesa; lasciate lievitare fino al raddoppio.

Nel frattempo potete occuparvi dei broccoli. Recuperate le cimette e togliete eventuali parti legnose del gambo. Lavate e cuocete al vapore per mantenere integre le loro proprietà.
Quando i broccoli si saranno ammorbiditi preparate una padella con olio di oliva, aglio e peperoncino. Unite i broccoli e lasciate insaporire qualche minuto, aggiustando di sale.

Ora che l’impasto ha aumentato il suo volume riprendetelo per dividerlo in due parti. Da esse ricavate due dischi sottili aiutandovi con il mattarello. Con un disco di pasta foderate una teglia oleata, all’interno distribuite i broccoli, unite le olive nere infornate denocciolate e infine la tuma, o la mozzarella, a fette. Coprite con l’altro disco di pasta, tagliando i bordi in eccesso e sigillando bene formando un cordoncino. Ricordate anche di bucherellare la superficie con i rebbi di una forchetta in modo che durante la cottura possa fuoriuscire il vapore prodottosi.

Non è però ancora giunto il momento di accendere il forno. Lasciate riposare la scacciata almeno mezz’ora per ottenere una consistenza morbida e piacevole. Trascorsa questa attesa riscaldate il forno a 180 gradi, spennellate la scacciata con olio di oliva e infornate per circa 30 minuti.

La scacciata di broccoli e olive potrà essere sfornata al raggiungimento di un bel colore dorato. Aspettate qualche minuto prima di tagliarla e poi portatela a tavola, volendo anche come piatto unico!